Gli eco-pannolini PINGO fanno risparmiare CO2.

Posted in BLOG   |   By

Sara

07/11/19 15.58

pannolini anidride carbonica




Dall’analisi emerge come il principale fattore che influisce

nell’impronta di carbonio di un pannolino monouso

sia costituito dal consumo di energia nel sito produttivo (2,62 kg CO2 eq/ a prodotto)

e solo in misura minore dal suo trasporto,

che generalmente rappresenta uno degli aspetti più impattanti

nel ciclo di vita dei prodotti.

Utilizzando energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili,

in particolare da idroelettrico e geotermico,

fornita anche dalle materie prime bio,

si riduce il consumo di COnella fase di produzione passando

da 0,11 kg CO2 eq/pannolino a 0,09 kg CO2,

dato che, moltiplicato per una produzione giornaliera di 50.000 pannolini,

porta il risparmio ad una tonnellata di emissioni in meno in un solo giorno lavorativo.

Generalmente un pannolino monouso tradizionale è composto per il 50%

da derivati del petrolio non biodegradabili

e per il restante da cellulosa ricavata da alberi non gestiti responsabilmente.


I pannolini ecologici, invece utilizzano bioplastiche, bambù e cotone biologico riuscendo

così a ridurre le emissioni di CO2 eq di 240 t/anno.


La certificazione FSC Mix garantisce che la cellulosa impiegata proviene

da boschi di coltivazione sostenibile che rispetta le nostre risorse.

La produzione del pannolino Pingo è certificata clima neutrale di MyClimate

e contribuisce alla riduzione delle emissioni di CO2.

Anche l’utilizzo di (energia da fonti rinnovabili) elettricità ecologica contribuisce

al rispetto dell’ambiente.


 pingo pannolini ecologici certificazioni qualità ambientale

Pingo